Siena Parcheggi
 
newsletter 
 

Via al terminal dei bus e al parcheggio a Porta Romana

Via al terminal dei bus e al parcheggio a Porta Romana
Il bilancio 2017 di Siena Parcheggi si chiude con un utile di oltre 500mila euro, che il Comune investirà in sicurezza urbana e stradale
Nuovi servizi igienici, una pensilina e 12 stalli per gli autobus all’ex Campino di San Prospero
In via di completamento il progetto per la realizzazione della nuova area di sosta a raso negli ex Orti del Santuccio
Via al terminal dei bus e al parcheggio a Porta Romana

 

Se il 2017 è stato caratterizzato dal risparmio di 400mila euro per gli utenti dei bollini Ztl e Aru e dal completamento dell’installazione delle nuove casse automatiche, il 2018 sarà caratterizzato dall’avvio di due progetti importanti per la mobilità cittadina: il nuovo terminal per i bus turistici all’ex Campino di San Prospero ed il completamento della progettazione per il parcheggio a raso nell’area interna a Porta Romana. Una progettualità di intesa col socio unico Comune di Siena, che può essere messa in campo grazie al buon andamento della società.

Il bilancio 2017, approvato dall’assemblea di Siena Parcheggi Spa, si chiude infatti, per il tredicesimo anno consecutivo, in attivo.

L’esercizio termina con un utile in crescita rispetto al 2016 (era € 374.569, nel 2017 è salito a € 544.417), grazie al controllo dei costi ed all'aumento dei ricavi, che passano da € 8.461.732 a € 8.640.281, in particolare in seguito all'incremento dei turisti.

“Il buon andamento generale della società – commenta il presidente di Siena Parcheggi Alessandro Lepri – ci consente di continuare nei processi di aggiornamento tecnologico dei nostri servizi e di dare continuità alle idee maturate nel corso di questi mesi in accordo con il Comune di Siena”.

“Siena Parcheggi - dice il sindaco Bruno Valentini – è una azienda pubblica efficiente, che oltre a fornire servizi essenziali fra i quali  la manutenzione delle scale mobili dove transitano all'anno due milioni e mezzo di persone, è un partner strategico per i programmi sulla mobilità e sulla sosta”.

“Il terminal dei bus all'ex Campino di San Prospero – spiega il sindaco di Siena -  con i nuovi bagni pubblici, e il nuovo parcheggio a Porta Romana ne sono prova concreta.  L'utile ha superato i 500mila euro e verrà girato al Comune che lo destinerà alla sicurezza urbana, col potenziamento della videosorveglianza, ed alla sicurezza della viabilità”.

“Un risultato particolarmente soddisfacente – continua Valentini - se consideriamo che nello scorso anno abbiamo dimezzato i bollini Ztl e praticamente azzerato quelli Aru, facendo risparmiare 400mila euro agli utenti. Nel frattempo si sono superate le 20mila Sostapay, cioè le tessere che consentono ai cittadini di parcheggiare a tariffe agevolate, 60 centesimi contro 2 euro, è evidente come il lavoro di questi anni stia dando i suoi frutti. Siena Parcheggi, infine, si farà anche carico della ricostruzione della colonna e del muro di ingresso del parcheggio di Sant'Agata”.

 

Il nuovo terminal per i bus turistici e il parcheggio a Porta Romana

Il progetto di riqualificazione dell’area denominata “Ex Campino di San prospero” entrerà nel vivo nel corso di quest’anno con la realizzazione dei servizi igienici nel bastione “La Madonna”, subito dopo inizieranno i lavori per la realizzazione della pensilina.

“Vogliamo realizzare – spiega il direttore di Siena Parcheggi Walter Manni - un vero e proprio terminal per i bus turistici sistemando la zona già adesso utilizzata a questo scopo. Mancano i bagni, un riparo per i turisti che scendono, una zona dove radunare i gruppi, qualche stallo in più. Da queste semplici evidenze è nato il progetto che andiamo a realizzare. I bagni saranno pubblici e a disposizione di tutti, non solo dei turisti che scendono degli autobus”.

Il progetto garantisce la massima accessibilità a tutte le categorie di utenti, adottando gli adeguati accorgimenti tecnici per l'eliminazione di qualsiasi barriera architettonica. Gli aspetti di riqualificazione urbana si concentrano essenzialmente nell’impiego dei materiali per le pavimentazioni, visto l’ordine di grandezza delle superfici e la loro visibilità dall’affaccio dalla Fortezza.

La scelta progettuale è ricaduta su pavimentazioni del tipo “calcestruzzo architettonico” con cromatismi simili a quelli utilizzati per i percorsi pedonali del vicino Parco della Rimembranza. Le parti aggiunte in elevazione sono essenzialmente una pensilina sul lato del bastione “La Madonna” e gli elementi parapedonali posti in testa allo stallo dei bus. La collocazione della pensilina in vicinanza al bastione della Fortezza ha una doppia funzione: quella di porsi come vero e proprio riferimento visivo capace di connotare l’ingresso all’area del Terminal, e di primo indirizzo dei flussi pedonali provenienti dalle banchine.

I turisti in arrivo sono subito indirizzati verso le aree di raccolta e di sosta più ampie poste al di sotto della copertura, verso i servizi igienici collocati al piano terra del bastione e verso il percorso che, attraverso il Parco della Rimembranza, porta al centro storico della città. . Data la particolarità degli ambienti e il vincolo architettonico posto a loro tutela, è stato utilizzato in fase progettuale un principio cautelativo elementare: la reversibilità totale dell’intervento e l’assoluta separazione tra le strutture aggiunte e quelle esistenti.

Il costo totale dell’intervento è previsto in circa un milione e 700mila euro.

Per quanto riguarda il parcheggio nella zona di Porta Romana, è in programma per il 2018 il completamento del progetto che, visto il valore urbanistico della zona, sarà non invasivo e perfettamente inserito nel contesto.

La nuova area di sosta a raso negli ex Orti del Santuccio sorgerà sul terreno di proprietà delle Pie Disposizioni per il quale è in fase di definizione il contratto di locazione trentennale tra l’Ente proprietario e Siena Parcheggi. Una volta realizzato, il parcheggio metterà a disposizione della città oltre cento nuovi posti auto e anche percorsi pedonali per migliorare la fruibilità di tutta l’area.

 

Le altre realizzazioni

Nello scorso anno Siena Parcheggi si è impegnata migliorare l’illuminazione delle strutture proseguendo un programma avviato nel 2016. Presso i due piani scoperti del parcheggio Fast park, è stato realizzato un nuovo impianto di illuminazione composto da 12 lampioni con luci led a basso consumo. Nei parcheggi Duomo, S.Caterina e S. Francesco sono stati sostituiti i sistemi di illuminazione presenti con luci led a basso consumo.

Inoltre, nell’area del Fagiolone è stato ampliato l’impianto di videosorveglianza e provveduto alla sistemazione con riasfaltatura dell’ingresso e dell’uscita del piazzale, migliorando e rendendo più sicura la manovra dei mezzi che vi accedono.

Tra le altre migliorie, l’installazione di telecamere su tutte le casse automatiche per consentire agli operatori di gestire in tempo reale le varie problematiche che possono presentarsi all’atto del pagamento per l’uscita dai parcheggi.

Sempre nel 2017 è’ stato perfezionato lo studio per l’applicazione del nuovo sistema per la gestione della scontistica delle soste per i turisti che pernottano a Siena con l’introduzione del Qr Code.

Nell’anno in corso, proseguirà il progetto modulare per introdurre luci led a basso consumo. Si comincerà con il parcheggio Il Campo e si proseguirà nel 2019 con il parcheggio San Francesco. E’ prevista, inoltre, la realizzazione della prima parte dei lavori per l’ampliamento dei servizi igienici del chek-point Fagiolone. Lavori che saranno poi completati nel 2019.

 

 

 

SIENA PARCHEGGI SPA (SCHEDA)

La società è a capitale interamente pubblico essendo partecipata al 100% dal Comune di Siena e pertanto soggetta alla direzione e coordinamento dello stesso; opera come "in house providing" ed è sottoposta a "controllo analogo" per statuto.

La società sin dal 1991, anno della sua costituzione, svolge la propria attività prevalentemente all’ambito della sosta e della mobilità gestendo: parcheggi in struttura ed in superficie, impianti di risalita complementari alla migliore fruibilità dei parcheggi, check point per autobus turistici e camper, rilascio permessi temporanei Ztl, rilascio tessere bike sharing, attività connessa alla gestione dei diritti di sosta in aree Ztl ed Aru. Inoltre, la Società effettua il controllo delle infrazioni della sosta nelle aree affidate alla sua gestione mediante ausiliari del traffico.

Tutte le attività sono svolte in forza della convenzione quadro sottoscritta con il Comune di Siena, sono inquadrate come un unicum e gestite in modo unitario al fine di trarne un beneficio in termini di servizio ed economico e corrispondendo al Comune di Siena un canone unico a fronte delle concessioni rilasciate.

 

Posti auto Parcheggi in struttura di proprietà:

Il Campo 589

Santa Caterina 512 (con annessa risalita meccanizzata)

Eliporto 741

Fast Park 459

Totale 2301

 

Posti auto Parcheggi in struttura in concessione:

Stadio Fortezza 709

Il Duomo 228

San Francesco 299 (con annessa risalita meccanizzata)

Stazione 480 (con annessa risalita meccanizzata)

Totale 1698

 

Posti auto parcheggi in superficie

Via Roma 103

Via Bastianini 33

Via Fruschelli 106

Totale 242

 

Posti auto parcheggi ARU          Posti riservati ai residenti

Ravacciano 83                                378

Fontegiusta 106                              163

Esterna Camollia 154                    215

Esterna San Marco 50                   96

Esterna Porta Tufi 61                     26

Totale 454                                        878

 

Gestione bus turistici

Sono attive le strutture "Fagiolone" e "Palasport", mentre l’indirizzamento dei bus avviene presso i punti di attracco di: Campino, Porta Romana,  Porta San Marco, Piazza Amendola e Pescaia alta. I check point bus turistici nel 2017 hanno validato ed indirizzato agli attracchi 18.392 autobus, concentrati essenzialmente nei mesi da marzo a ottobre ed hanno accolto 4.394 camper.


UNI EN ISO 9001:2015

L’Organizzazione della Siena Parcheggi ha un sistema di Gestione per la Qualità Certificato da
Kiwa Cermet Italia S.p.A. secondo la norma UNI EN ISO 9001:2015 per la
"progettazione e fornitura di servizi per la mobilità e la sosta" REG. N. 3140 – A Settore: E A 31, 35